Quadro clinico non specifico della sensibilità al glutine non celiaca

  1. Quadro clinico non specifico della sensibilità al glutine non celiaca
Frau mit braunen Haaren hat Kopfschmerzen

La sensibilità al glutine non celiaca si manifesta con sintomi intestinali o extra-intestinali non specifici simili a quelli della celiachia o dell’allergia al grano. Non mancano sovrapposizioni con la sintomatologia della sindrome dell’intestino irritabile.

La sintomatologia della sensibilità al glutine non celiaca è assai varia come nel caso della celiachia, e si articola in un quadro clinico non specifico. Per questo motivo non vi è alcuna distinzione tra le patologie glutine-correlate sulla base di criteri esclusivamente sintomatologici. I dolori addominali sono tra i sintomi più ricorrenti tra i pazienti, ma la sensibilità al glutine non celiaca può manifestarsi anche con emicrania un costante senso di affaticamento. Alcuni pazienti tollerano piccole quantità di glutine senza sviluppare sintomi clinici, pertanto non sono costretti a escluderlo del tutto dalla dieta, come accade ai celiaci. La seguente tabella riassume i principali sintomi intestinali ed extra-intestinali nei pazienti affetti da sensibilità al glutine non celiaca.

 

Sintomi ricorrenti della sensibilità al glutine non celiaca

 

Disturbi gastrointestinaliDisturbi generici
FlatulenzaSenso di malessere
Dolori addominaliStanchezza
Diarrea e/o costipazioneEmicrania
Dolori localizzati nella parte alta dell’addomeSenso di oppressione
NauseaDisorientamento (“foggy mind”, mente annebbiata)
Reflusso gastroesofageoIntorpidimento degli arti superiori o inferiori
Stomatite aftosaDolori articolari e muscolari paragonabili a quelli della fibromialgia
Bruciore di stomaco e/o vomitoDermatite/eczema
GlossiteAnemia
Depressione
(Fonti: Volta et al. BMC Medicine 2014, 12:85; A. Fasano, Center for Celiac Research & Treatment, Baltimora, USA)