Celiachia negli anziani, aumentano le diagnosi negli over 65

  1. Dr.Schär Institute
  2. Dr. Schär Institute
  3. News
  4. Celiachia
  5. Celiachia negli anziani, aumentano le diagnosi negli over 65

Negli anni Ottanta la malattia celiaca (MC) veniva considerata una enteropatia rara, presente solo in età pediatrica, con i segni clinici classici, che comprendono diarrea, perdita di peso e ritardi nella crescita. Negli anni successivi una valutazione più approfondita dei pazienti adulti ha fatto emergere una incidenza significativa di celiachia non diagnosticata o confusa con sindromi infiammatorie intestinali croniche.

Experts Area
Se Lei è un professionista della salute che si occupa di disordini glutine -correlati o IBS si registri adesso.

In particolare, nelle fasce di età più avanzate la celiachia raramente viene presa in considerazione, anche in presenza di sintomi importanti come anemia e perdita di peso, che portano in prima istanza a indagini per un tumore oppure con disturbi più lievi che vengono solitamente attribuiti a perdita di funzionalità dell’intestino o a cause psichiche come ansia e depressione tipiche degli anziani.

I ricercatori della clinica specialistica per celiaci del Royal Hallamshire Hospital di Sheffield nel Regno Unito hanno realizzato uno studio prospettico e retrospettivo per confrontare la prevalenza di nuove diagnosi di celiachia e i sintomi di presentazione della malattia negli anziani e nei giovani, nell’arco di un paio di decenni.

Nello studio sono stati inclusi in totale 1.605 pazienti con MC (n = 644 prospetticamente, n = 961 retrospettivamente). Di questi, 208 pazienti (13,0%) sono stati diagnosticati in età superiore ai 65 anni tra il 1990 e il 2017.

La percentuale di diagnosi di MC in pazienti anziani è aumentata dallo 0% nel 1990-1991 al 18,7% nel 2016-2017 (p <0,001).

Lo studio ha riscontrato anche differenze nella sintomatologia. I pazienti più giovani presentavano più frequentemente affaticamento (p <0,001) e sintomi gastrointestinali, tra cui diarrea (p = 0,005), dolore addominale (p = 0,019) e sintomi simili a quelli della Sindrome dell’intestino irritabile IBS (p = 0,008), mentre gli anziani presentavano più frequentemente carenza di vitamina B12 (p = 0,037).

Gli autori concludono che la prevalenza di MC negli anziani è aumentata in modo significativo negli ultimi due decenni e che i pazienti anziani tendono a presentare meno sintomi

 

Riferimento bibliografico