Prevalenza, fattori di rischio e conseguenze dell’inosservanza di una dieta senza glutine in pazienti pediatrici affetti da celiachia

  1. News
  2. Alimentazione senza glutine
  3. Prevalenza, fattori di rischio e conseguenze dell’inosservanza di una dieta senza glutine in pazienti pediatrici affetti da celiachia

Obiettivo

Questa revisione sistematica ha analizzato l’aderenza a una dieta senza glutine, i fattori di rischio che la compromettono e le conseguenze della mancata osservanza della dieta nei pazienti pediatrici con celiachia.

Metodo

Sono stati inclusi tutti gli studi osservazionali con ≥ 50 bambini con diagnosi di celiachia ai quali è stata raccomandata la dieta senza glutine come terapia. L’aderenza è stata misurata mediante diversi strumenti di valutazione (o parametri), come biopsia, autovalutazione, test sierologici, individuazione di anticorpi, individuazione di peptidi immunogenici del glutine.

Risultati

Questa revisione ha incluso 49 studi con dati di 7.850 pazienti celiaci complessivi (bambini, adolescenti e giovani adulti ≤ 19 anni) da 24 Paesi.

 

Il tasso di rispetto della DSG oscilla tra il 23 e il 98%. (valore mediano 78%)

Fattori che influiscono sul rispetto di una DSG:

  • Fattori socio-demografici: 18 studi hanno preso in esame l’aderenza a una dieta senza glutine in relazione all’età dei pazienti. Secondo la maggioranza degli studi, negli adolescenti l’aderenza è minore rispetto ai bambini. Non c’è correlazione tra aderenza e sesso.
  • AnamnesiIl rispetto di una dieta senza glutine non è influenzato da fattori come: età al momento della diagnosi di celiachia, storia familiare della celiachia o comorbilità/sintomi esistenti.
  • Terapia: Il gusto dei prodotti senza glutine contribuisce in misura sostanziale al rispetto della dieta.
  • Conoscenza, atteggiamento e convinzione: 4 studi hanno riferito che i bambini i cui genitori sono ben informati sul quadro clinico hanno maggiori probabilità di seguire efficacemente una dieta senza glutine.
  • Fattori socioculturali e ecologici: L’appartenenza a un’associazione per la celiachia influisce positivamente sull’aderenza alla terapia (88% contro 76%).
  • Esiti a livello fisico: 3 studi hanno indagato se i sintomi fisici sono causati da una inosservanza della DSG. Il 35-80% dei partecipanti presi in esame soffre di disturbi sia gastrointestinali che extraintestinali, con particolare frequenza: dolori addominali. 7 studi hanno indagato la correlazione tra aderenza e crescita dei bambini. 3 di questi non hanno potuto constatare nessuna associazione, mentre gli altri 4 hanno registrato una crescita compromessa nei bambini con errori nella dieta.
  • Esiti psicosociali7 studi hanno utilizzato il questionario olandese CDDUX (Celiac Disease DUX) per trarre conclusioni sulla qualità della vita. Una DSG rigorosa sembra influire positivamente sulla qualità della vita dei pazienti interessati

Conclusioni

L’aderenza nel quadro di una dieta senza glutine in pazienti celiaci (≤ 19 anni) presenta un’oscillazione considerevole, pari al 23-98% Ciò dimostra che sia i giovani interessati sia anche i genitori e gli educatori hanno bisogno di sostegno per garantire il rispetto di una terapia alimentare senza glutine costante e rigorosa.

Per un esperto dell’alimentazione è particolarmente importante comprendere quali fattori influiscono sul rispetto di una dieta senza glutine, per aiutare i pazienti nel migliore dei modi e intervenire in caso di errori nella dieta.